Vampire’s Breakfast, il cocktail ispirato al film “Dracula”

Vampire’s Breakfast, il cocktail ispirato al film “Dracula”

Cinema&Cocktail. Il drink che vi propongo oggi è ispirato ad uno dei miei film preferiti, “Dracula” di Francis Ford Coppola, rivisitazione del classico di Bram Stoker. Ecco per voi il cocktail “Vampire’s Breakfast”, pensato dalla barlady Sabina Yausheva.

Ph. Andrea Di Lorenzo

INGREDIENTI

  • 4,5 cl latte di mandorla
  • 3,5 cl rum Don Papa
  • 1,5 cl Rosolio di cannella Pallini
  • 1 cl Sciroppo vaniglia Pallini
  • 2/3 gocce di Sciroppo amarena Pallini

Bicchiere: coppa
Garnish: 1 mora e 1 fettina di arancia disidratata

PREPARAZIONE

Lasciare raffreddare la coppa in frigorifero mentre si prepara il cocktail. Versare tutti gli ingredienti escluse le gocce di sciroppo di amarena all’interno di uno shaker. Riempire di ghiaccio e agitare vigorosamente per 8-10 secondi. Quindi versare, filtrando con l’apposito passino nella coppa raffreddata precedentemente. Sporcare i bordi del bicchiere versando qualche goccia di sciroppo di amarena per ottenere un “effetto sangue”. Infine, posizionare sopra, con l’aiuto di uno stecchino, una mora con una fettina di arancia essiccata.

ISPIRAZIONE

Sabina Yausheva, barlady al Julep Bar del Hotel de Paris a Roma, si è ispirata al film “Dracula” di Bram Stoker (1992).

Per assaporare tutte le sfumature del cocktail “Vampire’s Breakfast” dovete viaggiare con la mente. Siete al confine tra la Transilvania e la Valacchia, al Bran Castle. Alle prime luci dell’alba lo spettacolo che offre è davvero suggestivo ed emozionante. La nebbia che inghiottiva le mura piano piano si dirada. Ad un tratto si udono alcuni rumori. Provengono da un elegante salone dai divani rossi. Curiosi e intimoriti, vi affacciate per osservare la scena. Dietro a un bancone bar, un uomo con un lungo mantello nero con fodera rossa. Riuscite ad intravedere i suoi canini sporgenti. E il Conte Dracula a prepararvi il “Vampire’s Breakfast” : rum, latte di mandorla, cannella, amarene, vaniglia…

(Ufficio stampa : Carlo Dutto)

Please follow and like us: